Angela Guerrieri – La tutela dei siti Unesco nell’ordinamento italiano, tra prospettiva interna e comparata

Angela Guerrieri – Dottore di ricerca in Diritto Amministrativo, Università degli Studi di Perugia – (angela_guerrieri@libero.it)

SOMMARIO

1. Introduzione al tema d’indagine: l’iscrizione di un bene all’interno della lista Unesco, tra marketing territoriale e tutela del sito.
2. La normativa internazionale Unesco tra soft law tutela multilivello e sindacato giurisdizionale.
3. Il sistema di tutela dei siti Unesco nell’ordinamento interno.
3.1 (segue) I siti Unesco nel panorama italiano tra tutela multilivello, piani di gestione e bilanciamento degli interessi. Uno sguardo alla disciplina francese.
4. Associazioni, fondazioni, S.r.l.: il multiforme panorama italiano nell’organizzazione dei Siti Unesco.
5. La prassi applicativa dei piani di gestione predisposti in Italia: il case-study del sito di Venezia.
6. Considerazioni conclusive.

Lo studio si propone di analizzare l’attuale sistema di tutele poste a presidio del patrimonio mondiale Unesco, così come delineato nell’ordinamento italiano. L’esame si soffermerà, in modo particolare, sui punti che ancora ad oggi appaiono maggiormente problematici e non del tutto disciplinati dal legislatore interno; l’occasione è utile per collegare a ciò alcuni spunti di carattere comparato, al fine di osservare le soluzioni proposte in altri ordinamenti. Alla base, l’emergere del dibattito intorno alla configurazione stessa – unitaria o meno – del concetto di bene Unesco.

The study sets out to analyse the current system of protection adopted in the case of UNESCO world heritage sites, as outlined in the Italian judicial order. In particular, the exam will focus on the points that to this day appear most problematic and not entirely disciplined by the national legislator; the article provides the opportunity to link a series of comparative reflections, with a view to observing the solutions proposed in other orders. At the base of this lies the emergence of the debate around the very configuration – whether unifying or not – of the concept of Unesco assets.

Scarica articolo

Lascia un commento